Tipologia di sepoltura

Tutto il personale della Giubileo segue corsi di formazione preparatori per dimostrare un’adeguata preparazione morale e tecnica e per essere vicine alle persone dolenti. Giubileo è un’impresa funebre che pone la massima attenzione nella preparazione di: funerali solenni - funerali di stato e militari - funerali sobri e semplici. Le indicazionidelle tipologia di sepoltura seguno le norme torinesi. E bene affidarsi alle norme locali dettate in ogni provincia.

Sepoltura in terra - INUMAZIONE

L'inumazione in terra può avvenire presso i cimiteri cittadini. La concessione della terra ha una durata solitamente decennale ed è a pagamento. Unitamente alla terra è possibile ottenere dal Comune la concessione di un cippo comunale ossia di un arredo lapideo municipale.

Al termine della concessione decennale si procederà all' esumazione dei resti, oppure alla cremazione della salma.

Sepoltura in loculo - TUMULAZIONE

I loculi hanno una concessione quarantennale, rinnovabile per i successivi vent'anni. Le possibilità di tumulazione vengono stabilite dal Comune: i loculi sono concessioni comunali, il cittadino non ha diritto alcuno a scegliere il loculo, e la salma viene tumulata nella zona del cimitero nella quale "si stanno concessionando" i loculi. La concessione dei loculi viene stabilita dal "regolamento cimiteriale" con un criterio di omogeneità tale da permettere una procedura graduale di tumulazione. Per garantire ciò non è concessa la possibilità di scegliere né la zona, né l'altezza della fila, ma soltanto di esprimere un criterio di preferenza, ovvero: se nella zona in concessione vi è la disponibilità di tutte le file si ha la facoltà di scelta, mentre nel caso contrario occorre necessariamente scegliere tra quelle che restano. Le file hanno un costo che si differenzia a seconda dell'altezza ( il costo è maggiore per le file più comode).

TOMBA DI FAMIGLIA

Giubileo cura la progettazione, la realizzazione e la messa in posa di tombe di famiglia, appositamente concepite per quei clienti che vogliono mantenere vivo, anche dopo la morte, il legame con i propri parenti più stretti. L’impresa propone tombe adatte a qualsiasi gusto ed esigenza, dalle soluzioni più semplici e allo stesso tempo eleganti alle creazioni più artistiche e dalle dimensioni notevoli.

LA CREMAZIONE

Oggi la stessa Chiesa Cattolica ha rimosso le sue riserve verso questa pratica di sepoltura e concede il rito delle esequie cristiane alle persone che hanno scelto la cremazione delle salme. Le ceneri del defunto vengono riposte in apposite urne cinerarie. Le urne, per essere a norma, devono possedere alcune caratteristiche precise. Sia che vengano inumate e tumulate sia che vengano consegnate a un affidatario e conservate presso un domicilio, devono essere realizzate in un materiale adatto alla sigillatura.

Giubileo assiste le famiglie nel disbrigo di tutte le pratiche per la cremazione delle salme, fornisce adeguata informazione circa la normativa che disciplina questa pratica e offre servizi di supporto.
Il servizio di cremazione comprende:

  • documenti per la cremazione
  • preparazione salma e bara
  • fornitura urne cinerarie

​Secondo la legge regionale, sono previste aree specifiche per la dispersione delle ceneri, in merito alle quali un funzionario dell’impresa funebre darà adeguata indicazione.
Giubileo assicura la reperibilità 24 ore su 24, così che in ogni momento chiamando il centralino è possibile ottenere assistenza immediata. Per maggiori informazioni non esitate a contattare l'agenzia. Lo staff è sempre a vostra disposizione.

Per quanto concerne la destinazione delle ceneri, la città di Torino permette tre tipologie di collocazione dell'urna cineraria: il cellario Socrem, le cellette municipali (la cui assegnazione funziona come quella dei loculi con concessione quarantennale) o l'introduzione all'interno di un loculo o di una celletta già occupata. Mentre i loculi sono "a capienza", per le cellette c'è invece un limite: occorre equiparare una cassetta contenente resti mortali a due cassettine di ceneri. Vi sono altre possibilità di destinazione delle ceneri, ovvero la dispersione in natura e l'affido domiciliare, per le quali necessita anche in questo caso la volontà espressa in vita dal defunto.

Affidamento delle ceneri

Il deposito dell'urna cineraria presso un'abitazione privata è possibile se il defunto ha espresso in vita questa volontà per scritto o verbale al coniuge o, in mancanza, al parente più prossimo. L'istanza per la richiesta di autorizzazione è da presentare all'Ufficiale dello Stato Civile del comune di decesso . Quando la volontà del defunto è scritta, occorre allegare copia del testamento pubblicato, altrimenti la volontà verrà sottoscritta da colui, al quale è stato lasciato l'incarico di provvedere in sua vece.

Obblighi per la cura dell’urna

La manomissione dei sigilli o la dispersione senza autorizzazione dell'Ufficiale dello Stato Civile, infatti, comportano responsabilità penale. La corretta collocazione e tenuta dell'urna è soggetta a controlli della Polizia Municipale. L'affidatario può rinunciare all'affidamento delle ceneri con una dichiarazione indirizzata all'Ufficiale dello Stato Civile, restituendo l'autorizzazione ed impegnandosi a proprie spese alla ricollocazione dell'urna, presso un cimitero.

Dispersione delle ceneri

Per ottenere un'autorizzazione alla dispersione occorre fare richiesta all'Ufficiale dello Stato Civile del comune di decesso. Anche in questo caso, se la volontà del defunto è scritta, occorrerà allegare copia del testamento pubblicato, altrimenti occorre allegare la volontà del coniuge o parente più prossimo.
Alla dispersione potrà provvedere la persona individuata dal defunto e, solo in mancanza di questa, il coniuge e, a seguire, il parente più prossimo o personale autorizzato dal comune.

 

Luoghi consentiti per la dispersione delle ceneri

I luoghi di possibile dispersione sono quelli indicati nel regolamento del comune di decesso. Solitamente la dispersione è consentita nei seguenti luoghi:

  • in aree a ciò appositamente destinate all’interno dei cimiteri;
  • in natura, In aree private, al di fuori dei centri abitati, all'aperto, con il consenso dei proprietari del territorio;
  • la dispersione in mare, nei laghi, nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e manufatti;
  • la dispersione è vietata nei centri abitati.

www.parlamento.it/parlam/leggi/01130l.htm

GIUBILEO ITALIA | 60, Corso Bramante - 10126 Torino (TO) - Italia | P.I. 13405501001 | Tel. +39 011 8181 | direzione@giubileosrl.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite